Advertisement

La dama bianca del Nuraghe Femminedda

La dama bianca del Nuraghe Femminedda


Una terra antica come la Sardegna ha una grande tradizione di racconti e leggende spettrali, l’isola che custodisce alcuni tra i segreti più antichi del Mediterraneo è popolata da molti fantasmi, tra i quali ci sarebbe una giovane donna uccisa brutalmente che sta ancora cercando la pace.



Ogni paese ha il suo fantasma che racconta una storia per chi crede che rimanga qualcosa della persona morta, soprattutto se la morte è avvenuta in circostanza strane o violente.

A pochi chilometri da Maladroxia, vicino a Sant’Antioco, si trova la Femminedda, un Nuraghe con una strana leggenda che ha dato il nome all’antica struttura sarda.

La leggenda sostiene che nei pressi delle mura diroccate del nuraghe sembrerebbe vagare lo spirito inquieto di una giovane donna vestita di bianco, questo spettro sarebbe quello di una donna giustiziata in maniera sommaria secoli fa.

Ma partiamo dall’inizio: in un tempo lontano una splendida fanciulla fu accusata di aver commesso un non meglio identificato crimine infamante e le autorità del luogo decisero di farne un monito per il popolo, per cui, una volta condannata a morte in tutta fretta, decisero di darle una punizione esemplare e cruenta, una barbarie scelta proprio per farne un modello da non seguire.

La giovane fu decapitata ed il suo corpo non ricevette degna sepoltura, i suoi resti infatti furono divisi: il corpo fu seppellito in una chiesetta sconsacrata fuori dal centro del paese, mentre la testa pare si trovi nascosta nel cuore del borgo.

In questo modo l’anima della giovane, ribattezzata Femminedda, non trovò la pace e fu condannata a vagare inquieta vaga lungo i sentieri di campagna e per le vie del paese, fino a che la testa ed il corpo, finalmente riuniti, non siano sepolti in terra consacrata.

C’è anche chi sostiene, come abbiamo visto anche in altre storie, che in nottate particolarmente ventose, la si senta urlare in maniera disperata.

La storia della dama bianca del Nuraghe Femminedda non è l’unica che si racconta in terra di Sardegna, anzi, forse ancor più famosa, è la leggenda della Femminedda di Stintino.

La storia è praticamente la stessa, cambia solo il paese, Stintino si trova sulla costa nord dell’isola, a più di trecento chilometri dal nuraghe, ma anche in questo caso il fantasma della giovane vagherebbe tra il centro del borgo ed il porto alla ricerca ella pace che solo una sepoltura in terra consacrata le potrà dare.


Posta un commento

0 Commenti